MAPPA DEL SITO
> L'APPROFONDIMENTO

LA "PRIMA VOLTA" DELLE TP Label


A Sasso Marconi, nei giorni 12 e 13 marzo 2005, è stata organizzata la 1ª Esposizione Italiana di TP Label. Era ritenuta una iniziativa audace, data l'assoluta novità dell'argomento, che tuttavia gli organizzatori del Circolo Filatelico locale si erano sentiti di affrontare dopo aver constatato il successo del 1 Congresso Nazionale dei Collezionisti di TPL, svoltasi proprio a Sasso Marconi nel marzo del 2004.
A bocce ferme si può dire che meglio di così non poteva andare. Ci si attendevano 10-12 collezioni: ne sono arrivate oltre venti, per un totale di quasi 800 fogli d'album.

Come sempre le esposizioni dell'AICAM non hanno classifica, ma su tutte le collezioni esposte hanno giganteggiato due collezioni del compianto Antonio Falace, che hanno coperto gli aspetti più vari di questa nuova forma di collezionismo. Ad Antonio Falace era dedicato lo specimen celebrativo della manifestazione, che viene qui mostrato.

Specimen 163a

L'opera di Antonio Falace viene continuata da Rino Stocco, anch'egli presente con una vasta collezione.

Si può dire che questa prima mostra ha già consentito di avere un quadro abbastanza attendibile di tutte le tendenze collezionistiche, che si orientano soprattutto verso una impostazione geografica (per regione, per provincia, ecc.), verso la storia e l'evoluzione del sistema e verso la ricerca delle anomalie (varietà, curiosità ed errori). Nelle TP Label di anomalie se ne trovano tante e dal punto di vista dell'interesse filatelico non si può negare che siano gradite.

In contemporanea con l'esposizione, che è stata chiamata EXPOLABEL 1, è stato messo in distribuzione il n. 9 di TP Label NEWS, la pubblicazione edita dall'AICAM per aggiornare i cultori di questa specializzazione, che sono in costante aumento. Si tratta di un Numero Speciale, di ben 40 pagine, contenente articoli e segnalazioni di 16 collaboratori e studiosi. Spicca una dettagliata nota informativa di Nicola Burdiat su un nuovo "chiosco" self-service messo in uso a Roma San Silvestro, che per il momento lascia molto perplessa l'utenza per la sua lentezza e la sua macchinosità. È il rapporto più completo e dettagliato finora pubblicato su questa macchina. Oltre alle consuete rubriche, il fascicolo contiene anche un interessante studio di Angelo Caprinali sulle più recenti evoluzioni nelle stampigliature delle TP Label ed una messa a punto di Giuseppe Dall'Olio sulle fasi attraverso le quali siamo arrivati alle TPL nella versione attuale, partendo dalle originarie "Zebra" sperimentali del 2001.

Il fascicolo, al quale sono allegati due specimen celebrativi, può essere richiesto alla Segreteria dell'AICAM dietro invio di 4,00 Euro in francobolli a copertura delle spese di tiratura e postali.


pagina precedente / pagina seguente