MAPPA DEL SITO
> L'APPROFONDIMENTO

LA "VESPA": UN MIRACOLO ITALIANO


Oggi è diventato di moda celebrare il "Made in Italy" per tutti quei prodotti che, alimentando l'esportazione, rimediano ad un mercato interno sempre più asfittico e micragnoso.

Ci si è però sempre dimenticati di un prodotto che è stato, a suo tempo, il più significativo per documentare il miracolo italiano: la VESPA. Ancora oggi è lo scooter più famoso al mondo, quello che ha ispirato decine di concorrenti, che son solo riusciti a girare attorno all'originale senza mai arrivare a superarlo. Dal 1946 ha motorizzato milioni di italiani: fu inventata dall'Ing. Corradino D'Ascanio, un progettista della Piaggio, che vi trasferì non pochi concetti tipicamente aeronautici. Il motore a due tempi era derivato dal motorino di avviamento degli aerei; il telaio non era tubolare ma in lamiera piegata, come le ali o la fusoliera di un aereo; la ruota anteriore era ispirata ai carrelli di atterraggio dei caccia.

Ancora oggi si producono centinaia di migliaia di "Vespa" all'anno, non solo in Italia, ma soprattutto in Estremo Oriente, dove questo scooter sta motorizzando intere popolazioni, come fece in Italia negli anni '50.

È singolare che nessuna affrancatura meccanica della Piaggio abbia mai illustrato questo suo capolavoro, come ha fatto invece il distributore finlandese, che ne ha mostrato la sua splendida linea su due differenti versioni della rossa aziendale.

vespa002 vespa003

pagina precedente / pagina seguente