MAPPA DEL SITO
> L'APPROFONDIMENTO

DIPENDENTI ENTI LOCALI


L'AICAM ha ricostruito fedelmente, attraverso le rosse, l'evoluzione dell'Ente che forniva l'assistenza ai dipendenti degli Enti Locali. Stando alle affrancature meccaniche della confraternita che ne difendeva gli interessi, l'assistenza ai dipendenti degli Enti Locali non è mai mancata.

Enti Locali 002

Nel 1935 troviamo l'I.N.I.E.L., ISTITUTO NAZIONALE IMPIEGATI ENTI LOCALI, la dizione non è stata ancora "fascistizzata", né nella targhetta, né nei documenti a stampa, sui quali però ci sono già timbri "Istituto Nazionale Fascista ..." È interessante il sottotitolo dell'Istituto, che precisa meglio le funzioni: "Istituto Nazionale di Assistenza e Previdenza a favore degli impiegati degli Enti Locali e loro superstiti non aventi diritto a pensione".

Enti Locali 003

Del 1941 mostriamo una targhetta con anno e.f. e la sigla I.N.F.A.D.E.L.

Enti Locali 004

Nel 1947 la sigla diventa I.N.A.D.E.L. (di cui presentiamo una impronta scalpellata) che resta invariata negli anni successivi.

Enti Locali 005

Concludiamo con una curiosa rievocazione tratta dalla documentazione consultata. Nel 1933 i dipendenti di un Comune di media grandezza (circa 10.000 abitanti) percepivano questi stipendi annui: Segretario Comunale 11.600; 1, 2, 3 e 4 "Applicato di Segreteria", rispettivamente, 7.000, 6.000, 5.000, 4.500; Medico Condotto 11.550; Veterinario 8.500; Levatrice 4.000. Evidentemente l'arte di far venire al mondo nuovi cristiani era quotata meno del lavoro dell'ultimo scagnozzo d'ufficio.


pagina precedente / pagina seguente